Archivi autore: Davide Fabbri

L’OLEODINAMICA FORLIVESE NON SI FERMA PIU’: IL POKER AL CREVALCORE VALE IL QUARTO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO

FORLI’: Acquisita con largo anticipo la matematica certezza della salvezza l’Oleodinamica Forlivese di mister Mingozzi risponde con una rotonda vittoria contro il malcapitato Crevalcore a chi pensava che i forlivesi avessero la pancia piena e la testa già alle Final Four di Coppa Velez che si giocheranno a fine stagione. Il poker inflitto all’Equipo vale il quarto risultato utile consecutivo, tre vittorie ed un pareggio che permettono al Forlì di consolidare il sesto posto in classifica salendo a quota 28 punti a sole quattro lunghezze proprio dall’Equipo. Sabato prossimo ultima trasferta stagionale sul campo del Sassuolo, poi dopo un pausa di quindici giorni si tornerà in campo sabato 6 aprile per l’ultima giornata di campionato dove al Pala Marabini arriverà il Baraccaluga.

LA PARTITA: Dopo solo 15” Forlì in vantaggio: Di Maio mette un bel filtrante per La Corte che in scivolata anticipa l’uscita di Durante e lo beffa con un tocco di punta nell’angolino sinistro. Al 2′ primo squillo degli ospiti con un diagonale di Forni su cui Beltran si allunga e mette in corner. Al 4′ Benhya lancia Di Maio a tu per tu con Durante ma disturbato calcia di punta alto. Al 5′ ancora Forlì vicinissimo al raddoppio sempre sull’asse Benhya – Di Maio, uno due nello stretto e rasoterra di Benhya che si stampa sul palo. Sul ribaltamento di fronte Garofalo innesca Forni che a tu per tu con Beltran si fa ipnotizzare dall’uscita del numero uno forlivese. All’11’ si accende Marzo che salta anche Beltran ma da posizione defilata colpisce il palo. Scampato il pericolo torna fuori il Forlì: al 11′ Salvatore mette scompiglio nell’area ospite ma la difesa dell’Equipo si salva in due tempi, al 14′ Albu ci prova dalla distanza, secondo palo di giornata per i galletti. Al 15′ il forcing forlivese sfocia nel meritato due a zero: Albu dribbla sull’out di sinistra e lascia partire un diagonale di punta che si insacca con l’aiuto del palo nell’angolino basso dove Durante non può arrivare. Al 16′ Kasmi sfiora il palo con un rasoterra mentre al 17′ terzo palo per l’Oleodinamica: Albu libera in area Castorri che gira in porta ma il legno gli nega il gol a Durante battuto. Forlì non capitalizza il predominio e al 18′ subisce la beffa: da un corner dalla destra Di Ronza libera Biasi al limite dell’area che la trova l’1-2 con una botta sotto la traversa. Prima dell’intervallo altra occasione per Forlì per allungare, Beltran lancia lungo per Di Maio che arpiona il pallone e calcia a botta sicura, Durante si immola e porta la contesa all’intervallo sul 2-1. Continua a leggere

Share

L’INTERVISTA DELLA SETTIMANA: Oleodinamica Forlivese salva con largo anticipo, mister Mingozzi ci racconta il suo capolavoro

Con la vittoria di sabato scorso sul campo della X Martiri l’Oleodinamica Forlivese ha potuto festeggiare all’aritmetica salvezza diretta con tre giornate d’anticipo, traguardo già comunque ipotecato dopo la vittoria di Imola di quindici giorni fa.
Una vittoria quella di sabato a Ferrara che ha replicato quella dell’andata dove le scelte tattiche di mister Mingozzi hanno messo ancora una volta in difficoltà i ferraresi: “L’approccio tattico che abbiamo adottato nelle due sfide contro la X Martiri si è rivelato sicuramente proficuo, lasciare poco spazio alle nostre spalle ad una squadra con un buon giro palla e buona tecnica è stata la scelta giusta – spiega il tecnico forlivese- sono state comunque due partite diverse, all’andata era il mio esordio, c’erano stimoli, sensazioni e motivazioni diverse dovute alla situazione particolare che si era creata mentre quella di sabato scorso è stata una partita più preparata e più lucida da un punto di vista delle situazioni di gioco. Se la prima volta è sempre la più bella, quella di sabato mi ha dato sicuramente più soddisfazione. Ma l’aspetto più importante che tengo a sottolineare è l’atteggiamento umile, positivo e propositivo dei miei ragazzi che ci ha permesso di ottenere questa salvezza con largo anticipo”.
Salvezza diretta che era pura utopia nell’autunno scorso quando mister Mingozzi rilevò le redini della squadra al terzultimo posto, in piena zona play out con solo sei punti raccolti in altrettante gare giocate: “Sinceramente quando ho cominciato pensavo poco alla situazione di classifica e ancor meno a quando avremmo raggiunto l’obiettivo – continua mister Mingozzi – l’aspetto che più mi interessava era essere credibile agli occhi dei ragazzi e riuscire a tirare fuori in ognuno di noi, me compreso, un qualcosa in più che in quel momento non ci riusciva”.
E tra alti e bassi la missione è stata compiuta: “Il momento più duro della mia gestione è stata senza ombra di dubbio la sconfitta con Faenza, non tanto per il risultato in sé ma per le dimensioni e la prestazione offerta. Il momento in assoluto più importante è stata invece la partita di Imola: una gara in controllo, dove un paio di situazioni sfavorevoli l’hanno riaperta. In quel momento l’umiltà dei ragazzi e la voglia di portarla a casa in qualunque modo sono state decisive. Questa vittoria ci ha poi dato lo slancio per gli ultimi risultati positivi dove al cospetto di squadre di vertice, nonostante in ambo le occasioni siamo passati in svantaggio, siamo riusciti a ribaltare il risultato cosa che durante tutto l’arco della stagione non ci era mai riuscita”. Continua a leggere

Share

OLEODINAMICA FORLIVESE: LA MANITA ALLA X MARITRI VALE LA SALVEZZA MATEMATICA CON LARGO ANTICIPO

S’ANTAGOSTINO FE: Prestazione gagliarda dell’Oleodinamica Forlivese che espugna per 5-3 il campo della X Martiri. Vittoria che permette ai ragazzi di mister Mingozzi di risalire al sesto posto in classifica conquistando con tre giornate d’anticipo la matematica salvezza diretta già comunque ipotecata da una quindicina di giorni. Forlì potrà così sfruttare le ultime tre giornate di campionato contro Crevalcore e Baraccaluga in casa, intramezzate dalla trasferta a Sassuolo, per consolidare l’ottimo piazzamento in classifica e preparare al meglio la semifinale di Coppa Velez.

LA PARTITA: Tante assenze da ambo le parti ma lo spettacolo non manca al Pala Reno di Ferrara. Il filone della gara è simile a quello dell’andata, X Martiri che fa possesso e difesa bassa degli ospiti che diventano letali con le loro ripartenze e proprio come all’andata sono i ragazzi di mister Mingozzi a spuntarla.
Padroni di casa che passano in vantaggio con un diagonale dalla destra di Allegretti che buca Simoncini sul primo palo. Reazione forlivese che non tarda ad arrivare e porta al pareggio al quarto minuto: La Corte lavora un bel pallone nello stretto e smarca sulla destra Albu che rientra sul mancino e fulmina Pietracito. Al 5′ ancora Forlì pericoloso sull’asse La Corte – Albu col tiro di quest’ultimo che termina alto. E’ il preludio al vantaggio forlivese che arriva all’ottavo minuto: Albu fa correre Castorri sull’out di sinistra, diagonale potente che Pietracito respinge corto proprio sui piedi di Salvatore che firma il pareggio in tap in. La X martiri non ci sta e propone una pressione costante che porta la pareggio di Bonato al quindicesimo minuto che conclude un ‘azione in velocità con un fendente nel sette. Le squadre si affrontano comunque senza timori, al quindicesimo Trevisan solo davanti a Simoncini si fa ipnotizzare dall’uscita dell’estremo difensore biancorosso che mette in corner in spaccata, dall’altra parte due minuti dopo è Benhya a far tremare l’incrocio con una precisa punizione. La frazione sembra destinata a terminare in parità ma a 75” secondi dalla sirena su un corner dalla sinistra di Albu, Castorri mette giù col petto e si coordina trovando con un colpo da biliardo l’angolino basso alla sinistra di Pietracito per il 2-3 con cui si va negli spogliatoi. Continua a leggere

Share

L’INTERVISTA DELLA SETTIMANA: VITTOZZI, A FERRARA SENZA PAURA PER FARE RISULTATO

L’impresa sfiorata contro l’ex capolista Villafontana che ha dato continuità alla vittoria nello scontro diretto con la Rossoblu Imolese e la certezza della matematica salvezza sempre più vicina hanno ridato entusiasmo all’ambiente forlivese: “Col Villafontana siamo scesi in campo con rispetto ma senza timori – racconta Francesco Vittozzi – bisogna giocare sempre per vincere, indipendentemente dall’avversario e dalla posizione di classifica. Sapevamo di avere di fronte una squadra che punta in alto e che ha giocatori fuori categoria. Personalmente credo che queste siano le più belle partite da giocare, quelle in cui ti confronti con giocatori affermati che hanno calcato i palazzetti di Serie A. Peccato per quell’autogol a fil di sirena che ci ha negato la vittoria”.
Un punto che ha comunque permesso all’Oleodinamica Forlivese di tenere la zona play out distante di nove punti: “ Dietro corrono e non hanno voglia di darsi per persi – spiega il senatore forlivese – visti i risultati degli altri campi abbiamo perso due punti su alcune inseguitrici, purtroppo, ma vero anche che c’è una partita in meno da giocare. Sono convinto che se manteniamo questo atteggiamento possiamo raggiungere presto la salvezza matematica e affrontare le ultime partite con più serenità”. Continua a leggere

Share

L’OLEODINAMICA FORLIVESE SFIORA IL COLPACCIO, L’EX CAPOLISTA VILLAFONTANA TROVA IL PARI A 10” DALLA SIRENA

FORLI’: Al termine di una sfida pieni di ribaltamenti nel risultato Oleodinamica e Villafontana si dividono la posta in palio. Il 4-4 finale, a quattro gare del termine della regular season, permette ai padroni di casa di mister Mingozzi di conservare nove punti di vantaggio sulla zona play out invece fa scivolare al secondo posto gli ospiti ora staccati di due lunghezze dalla capolista Mernap Faenza. Forlì che nelle ultime quattro giornate andrà in cerca dei punti per la matematica salvezza nelle trasferte di Ferrara in casa della X Martiri e a Sassuolo intramezzate dalle gare interne con Crevalcore e Baraccaluga all’ultima giornata.

LA PARTITA: Il filone della gara è chiaro quanto scontato fin dai primi minuti con la capolista che cerca di fare la partita ma un attento Forlì è sempre pronto a colpire di rimessa; al 4′ contropiede forlivese con Benhya che innesca Di Maio il cui tiro in corsa è fermato dalla perfetta uscita di Lopez. Ospiti vicini al vantaggio un minuto dopo con Lesce che libera al tiro Perrotta che viene fermato dal palo. Al nono arriva il vantaggio forlivese con Salvatore che premia l’inserimento sulla sinistra di Benhya che supera Lopez con un preciso diagonale nell’angolino opposto.
La risposta del Villafontana arriva al 14′ con il pareggio di Lesce che da centro area insacca di giustezza col piattone. Al 15′ sale in cattedra Revert Cortes che scende sull’out di sinistra e sull’uscita di Valdifiori sfiora il palo con un diagonale rasoterra. A 100” secondi dall’intervallo il Villafontana trova il sorpasso con Fabbri che vince un contrasto sulla sinistra ed entrato in area da posizione defilata trova il raddoppio grazie anche ad una deviazione che impenna il pallone e supera Valdifiori. Continua a leggere

Share