Archivi autore: Davide Fabbri

Il diesse Ghirelli alla vigilia del raduno ufficiale ci presenta la nuova stagione

Sei mesi interminabili senza campo, ma da domani si torna a calcare il parquet del Pala Marabini.
Scatterà infatti domani sera a San Martino in Strada la preparazione ufficiale del Calcio a cinque Forlì in vista della prima gara ufficiale che vedrà i galletti in scena a Rimini sabato 3 ottobre nella prima giornata del girone di Coppa regionale.
Agli ordini di mister Gottuso 18 convocati che si alleneranno, tra palestra e campo sportivo limitrofo, tutte le sere per tre settimane consecutive; gruppo che al termine della preparazione si ridurrà a 16 elementi con alcuni degli under aggregati alla preparazione che si alterneranno con la prima squadra.
Una stagione anomala con tante incognite la cui organizzazione non è stata certo facile: “Abbiamo lavorato davvero sodo in questo periodo estivo per organizzare nei minimi dettagli la prossima stagione – spiega il diesse Ghirelli – il primo aspetto su cui abbiamo dovuto concentrarci è stato sicuramente quello di adoperarci per essere in grado di rispettare alla lettera il protocollo sanitario e così sarà”.
“Tutta la dirigenza sarà chiamata ad un duro e meticoloso lavoro facendo sì che durante tutta la stagione la salute dei nostri tecnici e atleti venga tutelata al massimo e venga messa sempre al primo posto”.
Ma anche l’aspetto sportivo non è stato trascurato anzi Ghirelli alza l’asticella delle ambizioni: “Inizia per noi la seconda stagione in C1 un campionato sempre difficile e pieno di insidie, lavoreremo duro in questo precampionato per farci trovare pronti già al 3 ottobre quando giocheremo a Rimini la prima giornata di Coppa Italia. Siamo carichi e vogliosi di ricominciare con uno sguardo sempre rivolto al massimo rispetto delle regole sanitarie”. Continua a leggere

Share

Dal paese del Sol Levante un altro rinforzo per mister Gottuso: tesserato il classe 2001 Hikaru Ito

Nella settimana che porterà all’inizio ufficiale della preparazione in vista dell’esordio ufficiale in Coppa previsto per sabato 3 ottobre la società ufficializza un altro colpo in entrata: trattasi del nipponico Hikaru Ito, laterale classe 2001, che arriva dall’Ohmi High School in Giappone grazie alla collaborazione del procuratore Nobu Hayashi di Europlus Internetional: “Abbiamo deciso di affidarci ad un grande professionista come Nobu per puntellare il nostro reparto giovani – racconta soddisfatto il diesse Ghirelli – siamo contenti di poter avere di nuovo nelle file del Forlì un ragazzo nipponico nella speranza che possa emulare quello che i suoi predecessori connazionali hanno fatto qui da noi”. Continua a leggere

Share

Ufficializzato il girone unico del massimo campionato regionale

E’ stato ufficializzato in settimana dal consiglio direttivo del comitato regionale Emilia Romagna il girone unico del massimo campionato regionale.

Girone a 14 squadre come nella passata stagione, salutano il gruppo Modena e Russi promosse in cadetteria e Osteria Grande che non si è iscritta mentre in virtù del blocco imposto dalla LND non sono state decretate retrocessioni in serie C2. Non ci sarà più nemmeno il Fossolo la cui domanda di ripescaggio in serie B è stata accolta e nemmeno il Sant’Agata Futsal, retrocesso nel regionale dalla serie B al termine del passato campionato che ha anch’esso ottenuto il ripescaggio.
Quattro posti vacanti che sono stati occupati dalle due vincitrici dei rispettivi gironi di serie C2 Forlimpopoli e Mader Bologna e da due ripescaggi dalla stessa categoria quelli di Due G Futsal Parma e Ferrara Futsal.
In elenco non compare più nemmeno l’Ic Futsal che sarà ai nastri di partenza del campionato sotto il nome Dozzese in virtù della fusione fra le due società: “ Ancora una volta sarà una C1 davvero interessante con tante ottime squadre ai nastri di partenza – commenta interessato il diesse forlivese Ghirelli – a mio parere la favorita senza ombra di dubbio è il Balca di mister Andreijc seguito a ruota dalla Real Casalgrandese del presidente Delle Cave e dalla Dozzese, due squadre davvero attrezzate”.
Con un Forlì chiamato ad alzare l’asticella: “Noi dopo un anno di conoscenza della categoria ci siamo dati come obbiettivo i play off. Non sarà comunque facile, tutte le squadre si sono rinforzate e sistemate e anche le neo promosse sono ottime compagini da tenere d’occhio. Sarà un’altra stagione davvero tosta noi stiamo lavorando per farci trovare pronti e per onorare su tutti i campi il nome di questa gloriosa società”. Continua a leggere

Share

Ghirelli completa il roster: Confermato Ruffilli, rientra dal prestito Naldini, ai saluti bomber Fabbri

Col ferragosto alle porte il diesse Ghirelli va a completare il roste a disposizione di mister Gottuso che a metà settembre partirà con la preparazione atletica in vista del prossimo campionato di serie C1.
Confermato quindi il classe 2001 Marco Ruffilli mentre rientra dal prestito al Trento il classe 1999 Nicholas Naldini: “Marco è un 2001 prodotto del nostro settore giovanile – spiega il diesse forlivese – l’anno scorso si è messo a completa disposizione facendo la spola fra prima squadra e under 19 crescendo davvero tanto e trovando anche la soddisfazione del primo goal in prima squadra in C1. Puntiamo tanto su di lui anche quest’anno”.
“Nicholas era andato via per motivi di studio la scorsa estate, sapevamo che era solo un arrivederci; lo studio quest’anno lo tratterà a Forlì e quindi di conseguenza rientrerà in roster, è un ragazzo del ’99 con ottime qualità umane e tecniche sul quale noi puntiamo tantissimo sia per il presente che per il futuro”.
Ai saluti invece per motivi di lavoro bomber Luca Fabbri: “Purtroppo non siamo riusciti a trattenere Luca per motivi extra calcistici, sia da parte nostra che sua c’era tutta la volontà di andare avanti insieme ma motivi lavorativi ci impediranno di andare avanti insieme almeno per questa stagione – conclude Ghirelli – lo ringrazio per questi due anni insieme fantastici dove Luca è stato uno dei protagonisti prima della promozione dalla C2 alla C1 poi dell’ottimo campionato fatto la scorsa stagione. Speriamo che sia solo un arrivederci in ogni caso lo ringrazio di cuore per tutto che ci ha dato in campo e fuori, un ragazzo d’oro”.

Share

Reparto portieri al completo con l’arrivo di Leonardo Lamorgese

Con l’acquisto di Leonardo Lamorgese si va a completare il parco portieri a disposizione di mister Gottuso: “Quando ho parlato con Leonardo ho visto nei suoi occhi la voglia di venire a Forlì e di rimettersi in gioco– racconta il diesse Ghirelli – Leo è un ragazzo che ho visto diverse volte all’opera tra i pali e che data la sua giovane età, parliamo comunque di un 97, con tanto lavoro e sacrificio ha ancora molto da dare a questo sport. Sono felice che sia qui, adesso possiamo contare su un reparto portieri davvero completo e motivato. Ci tengo a ringraziare la società Santa Sofia nella persona del presidente Sauro Conficconi per la disponibilità resa per la conclusione positiva del trasferimento”.
Classe 1997 Leonardo nasce in provincia di Foggia a San Giovanni Rotondo ma si trasferisce fin da piccolo nella Valle del Bidente dove comincia giocare a calcio a 11 nella società bidentina. All’età di 13 anni Leonardo si innamora del futsal ed entra a far parte del settore giovanile del Santa Sofia Calcio a 5. Si fa tutta la trafila delle giovanili per poi esordire giovanissimo in prima squadra in C1 togliendosi anche la soddisfazione nel 2017 di vincere il campionato regionale di serie C2 da protagonista riscattando la retrocessione della precedente stagione.
Dieci anni a rappresentare la squadra del proprio paese con anima e cuore con un finale un po’ amaro: “Lasciare Santa Sofia dopo 10 anni è una sensazione strana – racconta emozionato Leonardo – la decisione non è stata presa da me ma dalla società. Santa Sofia è la mia terra e credo di aver onorato la maglia, lascio tanti amici e tanta gente che mi è stata vicina sia nei momenti belli ma soprattutto in quelli più complicati , ma ora non voglio pensare al passato; ripeto, non è una scelta fatta da me ma dalla società e a malincuore ne ho preso atto”.
Ma chiusa una porta si apre un portone: “Non voglio più pensare al passato sono carico ed entusiasta per questa nuova avventura. Conosco personalmente molti dei miei nuovi compagni e questo mi aiuterà sicuramente ad inserirmi e sono certo che anche essendo uno degli ultimi arrivati potrò contribuire a fare diventare ancora più unito questo grande gruppo”. Continua a leggere

Share